Mercoledì, 20 Settembre 2017

Davis, Jefferson

  • Categoria: PersonaggiDF
  • Pubblicato: Domenica, 15 Novembre 2015 17:04
  • Scritto da Super User
  • Visite: 640

Jefferson Davis nasce nel 1808 nel Kentucky, da una una numerosa famiglia con una lunga tradizione nella storia politica e militare nord-americana. Nel 1824 entrò nell'accademia militare West Point, dalla quale si diplomò doo 4 anni con il brevetto di sottotenente. L'esperienza militare di Davis lo portò a coordinare diverse attività in Winsconsin Iowa e Oklahoma, fino a quando non si innamorò della figlia del colonnello Zachary Taylor; il suo amore prevalse sulla carriera, egli diede le dimissioni e sposò la sua amata, ma la malaria stroncò la vita di lei solo 3 mesi dopo il matrimonio. Dopo un breve girovagare dettato dallo sconforto, Jefferson Davis di stabilì nella piantagione di cotone nel Mississippi dove lateralmente al suo modo esemplare di gestire gli schiavi (bandite le frustate, schiavi giudicati da una corte di altri schiavi, possibilità di coltivare orti personali e di rivendere privatamente il frutto di questi piccoli campi) egli trascorreva il tempo completando gli studi di Scienze Politiche. Con lo scoppio della guerra contro il Messico nel 1846 Jefferson Davis torna a calcare il sentiero militare, facendosi onore con il suo Reggimento di volontari, i Mississippi Rifles, un'armata specializzata nell'uso della carabina.

 La visibilità che ottenne nel 1847 a Buena Vista, in Messico, gli consentì un ritorno alla politica come rappresentante del Mississippi nel Senato di Washington D.C. Il suo successivo appoggio al candidato democratico Franklin Pierce gli permise di ottenere la carica di Ministro della Guerra all'elezione di quest'ultimo. Durante il suo mandato (4 anni) egli consegno al Congresso un rapporto all'anno, più un'articolata documentazione sul percorso della ferrovia Transcontinentale. Nonostante la sua istintiva opposizione alla Secessione egli la sostenne, e il 21 Gennaio 1861 si dimise dal Senato e annunciò la secessione dello stato del Mississippi. Pochi giorni dopo fu nominato Maggiore Generale delle Truppe del Mississippi, e il 9 Febbraio 1861 fu nominato primo (e unico) Presidente Provvisorio degli Stati Confederati d'America. Purtroppo la sua conduzione non fu esemplare, infatti l'insistenza con la quale egli rifiutò sempre di nominare un Generale in Capo dell'esercito della Confederazione (assumendone le mansioni) comportò una serie di scelte errate e di ritardi di coordinamento che costarono molto ai paesi Confederati. Persa la guerra, Jefferson Davis venne imprigionato e liberato dopo due anni sotto cauzione pagata da un gruppo di cittadini di rilievo di alcuni stati dl Nord e del Sud. Conncluse gli ultimi anni di vita come Presidente di una società di Assicurazioni e viaggiando tra l'America e L'Europa.

Citato in:

- Da che Parte?