Giovedì, 22 Giugno 2017

G-L

Lincoln, Robert Todd

  • Categoria: PersonaggiGL
  • Pubblicato: Domenica, 22 Novembre 2015 16:59
  • Scritto da Super User
  • Visite: 829

Robert Todd Lincoln

Figlio del grande presidente Abraham Lincoln, fu l'unico dei quattro figli a raggiungere l'età adulta. Intraprese da ragazzo gli studi di legge ad Harvard dal 1861 al 1864 senza giungere alla laurea. Nonostante le preghiere della madre si unì all'esercito unionista, fortunatamente poco prima della conclusione della Guerra Civile, nella quale servì come capitano nello staff del Generale Ulysses Grant.

Dopo l'assassinio del padre si spostò con la famiglia a Chicago dove completò gli studi e sposò Mary Eunice Harlan, figlia del senatore Harlan. Ricoprì il ruolo di Segretario della Guerra dal 1881 al 1885 dopodiché divenne ambasciatore in Inghilterra. Ritornato negli Stati Uniti divenne avvocato consigliere per la Pullman Palace Car Company, della quale divenne presidente nel 1897 dopo la morte di George Pullman, carica che mantenne fino alla sua morte nel 1926. Per tante coincidenze fu testimone di tre differenti omicidi a tre presidenti degli Stati Uniti (Lincoln, Garfield, McKinley), al punto da rifiutare successivi inviti:

"Sarebbe meglio se non me lo chiedessero, perché esiste una qualche fatalità riguardo le attività presidenziali in cui sono presente"

 

Citato in:

- Union Pacific: Anno 1866

Lincoln, Abraham

  • Categoria: PersonaggiGL
  • Pubblicato: Domenica, 22 Novembre 2015 16:57
  • Scritto da Super User
  • Visite: 964

Abraham Lincoln

  Il più amato e popolare presidente degli Stati Uniti d’America, il primo appartenente al partito Repubblicano, le cui azioni e la cui morte hanno cambiato l’America. Lincoln nasce nel 1809 in una fattoria del Kentucky da una famiglia di modestissima estrazione sociale. Prestò da giovane servizio militare con successo, (diventerà capitano dell’esercito), dopodiché si dedicò al commercio, alla politica e diventò un abile e famoso avvocato. Sarà eletto nel 1846 al Congresso degli Stati Uniti, ma in questo periodo le sue energie saranno spese principalmente nell’avvocatura, specialmente nelle cause dedicate ai trasporti. Abraham Lincoln tornò alla ribalta nella carriera politica nel 1854, in occasione del Kansas-Nebraska Act, con il quale i due stati sostenevano il diritto alla schiavitù a prescindere dal Compromesso del Missouri del 1820, che ne vietava la diffusione. La visione anti-schiavista e la consapevolezza in un’inevitabile guerra di secessione portarono Lincoln alla Presidenza il 6 Novembre 1860, battendo il rivale Stephen A. Douglas. Da sempre interessato al progetto della ferrovia, e sostenitore della necessità di avere un collegamento veloce e sicuro via terra che attraversasse il continente, nel 1862 Lincoln ratificò al Congresso il Pacific Railroad Act, che stabiliva la creazione di una ferrovia transcontinentale che unisse la costa pacifica al resto della rete ferroviaria dell’est.

Leggi tutto: Lincoln, Abraham

Judah, Theodore

  • Categoria: PersonaggiGL
  • Pubblicato: Domenica, 22 Novembre 2015 16:26
  • Scritto da Super User
  • Visite: 1078

Theodore Judah

Theodore Dehone Judah nasce a Bridgeport, Connecticut, il 4 Marzo 1826. Malgrado i piani di famiglia, che prospettavano per lui una carriera nella marina mercantile, egli frequentò il Rensselaer Polytechnic Institute di Troy (New York, dove la famiglia si trasferì quando era ancora ragazzo), dove si laureò in Ingegneria. Se i componenti del Big Four sono unanimamente soprannominati "I Padri della Ferrovia Transcontinetale", possiamo senza dubbio considerare Ted Judah come la madre di questa grande opera, alla cui progettazione egli ha dedicato ogni istante della sua vita. Da sempre interessato all'essenziale contributo della ferrovia nella società, Ted Judah lavorò con entusiasmo per la Troy & Schenectady Railroad, per la New Haven, Hartford and Springfield Railroad, per la Connecticut River Railway e per altre diverse compagnie. Sposò poco più che ventenne Anna Ferona Pierce, una talentuosa scrittrice e artista di Greenfield Massachusetts, la quale lo seguì nei suoi continui trasferimenti in giro per il paese a studiare percorsi e progettare nuovi tratti ferroviari. Arrivarono a trasferirsi più di venti volte nel giro di 6 anni. Quando i fratelli Seymour lo convocarono a New York nel 1854 per proporgli di progettare la ferrovia pacifica, egli non si fece pregare.

Questo il telegramma che scrisse alla moglie:

"Rimani a casa stasera. Partiamo per la California il 2 Aprile!"

Leggi tutto: Judah, Theodore

Leidesdorff, William Alexander

  • Categoria: PersonaggiGL
  • Pubblicato: Domenica, 22 Novembre 2015 16:45
  • Scritto da Super User
  • Visite: 517

William Alexander Leidesdorff

Nato nelle Isole Vergini da padre Danese e madre Dominicana, William Leidesdorff si spostò a New Orleans appena quindicenne per cercare fortuna, seguendo la carriera di mercante già avviata dal padre. Grazie ad alcune fortunate eredità William ottenne la liquidità che gli serviva per incrementare il suo commercio. Diventato capitano di una flotta di 12 imbarcazioni, William trovò anche l'amore di una giovane per la quale egli perse la testa. Improvvisamente però l'accesso alla casa della fidanzata gli fu negato, e l'anello di fidanzamento restituito: l'orgogliosa famiglia creola di lei venne a sapere del sangue indigeno che scorreva nelle sue vene da parte di madre, e annullò il rapporto dei giovani. Il giovane William, disperato, vendette ogni proprietà tranne una piccola goletta, la Julia Ann, con la quale partì per Yerba Buena nel 1840. Iniziò qui una nuova attività commerciale con Messico e Russia, e nel 1844 ottenne la cittadinanza messicana e un lotto di terra in concessione di quasi 35.000 acri. Questo lotto di terra, denominato "Rancho Rio de los Americanos" si estendeva fino all'attuale città di Folsom. Il suo contributo alla crescita di San Francisco dal 1846 fu spettacolare: divenne vice-console della città, e l'uomo più ricco della stessa. Con la sua immensa fortuna riuscì ad organizzare la prima scuola pubblica Americana, costruì l'albergo più elegante di San Francisco e portò il primo battello a vapore nella baia. Nessuno era a conoscenza dei piani che il magnate aveva per il "Rancho Rio de los Americanos", poichè purtroppo una malattia improvvisa stroncò la sua vita a soli 38 anni.

Citato in:

- La Prima Tratta

 

 

Johnson, Andrew

  • Categoria: PersonaggiGL
  • Pubblicato: Domenica, 22 Novembre 2015 16:25
  • Scritto da Super User
  • Visite: 814

Andrew Johnson

Andrew Johnson nasce nel North Carolina, a Raleigh, il 29 Dicembre 1808 da una famiglia molto povera, ed è ricordato per essere stato il 17° Presidente degli Stati Uniti, dal 15 aprile 1865 al 4 marzo 1869 (successore di Abraham Lincoln). Il primo contatto di Johnson nel mondo del lavoro fu da giovanissimo come apprendista sarto, una figura professionale che mantenne per molto tempo. Si sposò a 21 anni con Eliza McCardle che gli insegnò a leggere e scrivere, ed in età matura iniziò ad interessarsi di politica diventando governatore del Tennessee dal 1853 al 1857.

Sudista moderato, venne eletto al Senato come Democratico e venne notato da Abraham Lincoln per essere stato l'unico rappresentante degli Stati del Sud a continuare le sue partecipazioni al Congresso dopo lo scoppio della Guerra di Secessione. Questa fu probabilmente la motivazione che lo fece scegliere come VicePresidente. All'assassinio di Lincoln, Andrew Johnson divenne Presidente, ma non aveva la stessa energia e lo stesso carisma del predecessore, e non riuscì a combattere i repubblicani del Congresso portando avanti le idee del predecessore.

Tra i suoi provvedimenti politici si ricorsa l'acquisto dell'Alaska dalla Russia per 7,2 milioni di dollari e per le leggi di distribuzione delle terre del Far West ai pionieri. Alla fine del mandato presidenziale si ritirò a vita privata e morì il 31 Luglio 1875.

 

Citato in:

Central Pacific: Anno 1866

Union Pacific: Anno 1867